Napoli incontra la Riforma

Eventi vari

8 SETT – 15 OTT- NEW MASTERS Reformation / mostra
Castel dell’Ovo
Via Eldorado, n. 3, Napoli
A cura di Joerg Heitsch (Monaco)
L’esposizione è organizzata dal noto curatore tedesco Joerg Heitsch in occasione dei cinquecento anni della Riforma Protestante e si compone di circa cinquanta opere tra dipinti, fotografie, sculture e istallazioni di artisti emergenti e maestri già affermati.
Durante la mostra saranno organizzati diversi eventi.
info: 333 4269184 (Cordelia Vitiello)

GOETHE-INSTITUT
28 MARZO – A proposito di Riforma: Quali immagini per le idee? WORKSHOP
A cura del GOETHE-INSTITUT in collaborazione con l’Associazione PROGETTO MUSEO e
L’ASILO – Ex Asilo Filangieri di Napoli
In occasione del 500° anniversario della Riforma 14 classi di Napoli individuano contesti ambientali che hanno bisogno di essere riformati. Durante dei workshop con il noto film maker tedesco MarcoWilms imparano di trovare le immagini giuste per raccontare le loro idee attraverso un cortometraggio.
info: 081 764 8098
OTTOBRE – EVENTO CINEMATOGRAFICO – A proposito di Riforma: Quali immagini per le idee?
Progetto cinematografico per le scuole secondarie
A cura del GOETHE-INSTITUT e dell’Associazione PROGETTO MUSEO
L’iniziativa vede protagonisti 14 classi di Napoli. Nella veste di filmmaker provano a “riformare” le loro realtà raccontandole al meglio attraverso dei brevi video. In ricordo dell’affissione delle 95 tesi di Lutero la proiezione dei cortometraggi è prevista in ottobre.

21 OTTOBRE – Lutero – Genio, ribelle, liberatore / film
Chiesa Luterana ore: 18.00
via Carlo Poerio n. 5, Napoli
Film del regista Eric Till (2004)
Durata: 120 minuti
Seguito da un dibattito con la pastora Kirsten Thiele
info: 348 7765612 (Kirsten Thiele)

Tavole rotonde: La ricchezza della Riforma

11 MARZO – tavola rotonda La ricchezza della Riforma
Chiesa Evangelica Valdese ore: 18.00
Via dei Cimbri n. 8, Napoli
Libertà dei cristiani / Libertà dei Valdesi
Relatori:
Deborah Spini docente di Teoria politica alla Syracuse University di Firenze e alla New York University di Firenze
Padre Edoardo Scognamiglio Ofm. Conv., Centro Studi Francescani per il dialogo interreligioso e le culture, Maddaloni
Moderazione:
Alessandra Trotta, diacona della chiesa metodista di Portici e Ponticelli – Casa materna
info: 338 4384301 (Leonardo Magrì, pastore)

30 MARZO – tavola rotonda La ricchezza della Riforma
Chiesa cristiana del Vomero ore: 18.00
Via Andrea Vaccaro n. 20, Napoli
Donne ribelli e coraggiose prima e dopo la Riforma
Referente:
Adriana Valerio, teologa e filosofa, docente dell’Università degli Studi di Napoli Federico II
Brevi interventi delle donne impegnate oggi nel servizio pastorale a Napoli (AlessandraTrotta, metodista; Lidia Bruno, esercito della salvezza; Lidia La Montanara, avventista; Thesie Mueller, valdese; Kirsten Thiele, luterana)
Segue l’inaugurazione della mostra di Karin Peschau (Verona), “Donne nella chiesa”
info: 333 9855181 (Thesie Mueller, pastora)

12 MAGGIO – Riforma e Controriforma / conferenza
Museo Duca di Martina ore: 16.00
Via Cimarosa n. 77, Napoli
Riforma e Controriforma si incontrano in una porcellana del Settecento:
la tabacchiera degli eresiarchi al Museo Duca di Martina
Intervengono:
Luisa Ambrosio Direttore Museo Duca di Martina
Patrizia Piscitello Museo di Capodimonte
Christiane Groeben Comunità Luterana
Kirsten Thiele Pastora Luterana
info: 081 578 1776

6 OTTOBRE – Arte e Riforma / conferenza
Museo e Real Bosco di Capodimonte ore: 10.00
via Miano n. 2, Napoli
Sylvain Bellenger Direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte
saluto di benvenuto
Sebastian Schütze Università di Vienna
Girolamo Imbruglia Università degli Studi di Napoli L’Orientale,
Napoli e la Riforma. Percorsi cinquecenteschi
Pierluigi Leone de Castris Università degli Studi Suor Orsola Benincasa – Napoli,
Da Raffaello e Leone X ai Cappuccini di Ochino. Pittura sacra e fermenti di Riforma in Polidoro da Caravaggio
info: segreteria@amicidicapodimonte.org / tel. 081 7499147 (lun-ven ore 10-16)

La Bibbia – libro di vita e di cultura

MOSTRA ITINERANTE: La Bibbia – libro di vita e di cultura
Un percorso storico, bibliografico e iconografico
A cura di Padre Michele Perruggini (micheleperruggini@libero.it)
www.mostrabiblica.it

La mostra “Museo itinerante della Bibbia” è un evento ecumenico e, al momento stesso, d’impatto culturale, filologico, storico e comunicativo. Verso la metà circa del secolo XV, le immense possibilità comunicative fornite dal rivoluzionario torchio di Gutenberg giovarono grandemente alla conoscenza della Bibbia, ma la sua incontrollata diffusione rese il campo teologico alquanto più insidioso. Tanto che, agli inizi del secolo XVI, dopo quasi mille anni di quiete trascorsi all’ombra della Vulgata, il testo biblico subì prima notevoli scossoni e poi drammatiche lacerazioni.
Raggiungere l’hebraica veritas, il vero testo originale, era l’antico sogno che apparve a portata di mano e l’ambizione di possedere un testo biblico pressoché prossimo all’originale divenne una vera febbre epocale. Il nostro itinerario espositivo scandisce le tappe dell’immane sforzo scientifico e segnala l’intenso esame critico delle fonti, anche se fatto in campi contrapposti. Oggi, dopo circa cinque secoli, circa l’80% dei cristiani possono godere di un testo biblico condiviso. Proprio il testo biblico può divenire il volano della tanto sospirata causa dell’Unità dei Cristiani.

19 – 28 APR
Comunità delle Figlie di Sant’Anna a Cercola
Corso D. Riccardi n. 8, Cercola (Napoli)
Responsabile: don Enzo Lionetti (333 3689417)
27 aprile celebrazione ecumenica della Parola

30 APR – 7 MAGG
Chiesa Sant’Anna dei Lombardi
Via Monteoliveto n. 4, Napoli
Responsabile: don Giuseppe Maglione (320 0205879)

8 -12 MAGGIO
Facoltà Teologica Sezione San Tommaso
Viale Colli Aminei n. 2, Napoli
Responsabile: don Gaetano Castello (338 4839793)

Durante la mostra in facoltà si terrà una giornata di studio sul tema
“La Parola che unisce: a cinquecento anni dalla Riforma Luterana”
ore: 09.00 – 13.00

Referenti:
prof. Gaetano Di Palma (decano della pftim);
Kirsten Thiele (pastora luterana);
prof. Riccardo Burigana (CSEI);
prof. Gaetano Castello (delegato per l’ecumene a Napoli);
Valdo Bertalot (Direttore della Società Biblica);
con interventi di vari docenti della pftim.

Info: 348 7765612 (pastora Kirsten Thiele) www.celna.it

Itinerario di visite guidate e filmato finale

La Riforma incontra Napoli
Poco nota ma tanto più affascinante è la storia della Riforma a Napoli. All’inizio del cinquecento si intrecciano qui la cultura classica, la filosofia neoplatonica e il cristianesimo: un terreno fertile per nuove idee rivoluzionarie. Nell’ambito del 500° anniversario della Riforma Protestante la Comunità Evangelica Luterana di Napoli in collaborazione con l’Associazione Progetto Museo promuove dall’11 marzo fino all’08 aprile 2017 “La Riforma incontra Napoli”, un progetto storico, teatrale e cinematografico con musica dell’epoca eseguita dal vivo che coinvolgerà Napoli per cinque sabati di seguito e farà conoscere i luoghi e i personaggi di questa epoca eccezionale. Ogni visita termina a Sant’Aniello a Caponapoli con un filmato che rende vivi due personaggi storici del tempo della Riforma a Napoli.
I filmati delle scene storiche teatralizzate scaturiscono da un percorso di formazione che ha coinvolto giovani attori.

I laboratori teatrali sono stati finanziati dalla Federazione luterana mondiale DNK-LWB.

Proiezione dei filmati e fine itinerario sempre alle 12.00 a Sant’Aniello a Caponapoli

Partecipazione gratuita
Info e prenotazione obbligatoria: Associazione Progetto Museo 081 440438 lun – ven ore 10,00-14,00 oppure scrivere a info@progettomuseo.com e attendere risposta.

Vedi le tappe su google maps, con descrizione del evento:
my maps google

La tappe

11 MARZO – Visita guidata a San Giovanni Maggiore
Rampe San Giovanni Maggiore ore: 10.00 – 12.30
via Mezzocannone, Napoli
Segue una passeggiata a Sant’Aniello a Caponapoli dove, dopo l’esecuzione di musica dell’epoca dal vivo, il personaggio “Napoli” presenta l’imperatore Carlo V e gli altri personaggi presenti alla predica di Bernardino Ochino.

18 MARZO – Visita guidata a San Paolo Maggiore
Piazza San Gaetano ore: 10.00 – 12.30
Piazza San Gaetano 76, Napoli
Segue una passeggiata a Sant’Aniello a Caponapoli dove, dopo l’esecuzione di musica dell’epoca dal vivo, il personaggio “Napoli” presenta l’incontro (filmato) di Giulia Gonzaga e Juan de Valdés.

25 MARZO – Visita guidata alla collina di Caponapoli
Complesso degli Incurabili ore: 10.00 – 12.30
Via Maria Longo 50, Napoli
Segue una passeggiata a Sant’Aniello a Caponapoli dove, dopo l’esecuzione di musica dell’epoca dal vivo, il personaggio “Napoli” presenta l’incontro (filmato) con Maria Llonc (Longo), fondatrice degli Incurabili.

01 APRILE – Visita guidata al Duomo e ai Gerolamini
Duomo di Napoli ore: 10.30 – 12.30
Via Duomo n. 149, Napoli
Segue una passeggiata a Sant’Aniello a Caponapoli dove, dopo l’esecuzione di musica dell’epoca dal vivo, il personaggio “Napoli” presenta l’incontro (filmato) con Tommaso Aniello da Sorrento.

08 APRILE – Visita guidata a San Giovanni a Carbonara
Via Carbonara ore: 10.30 – 12.30
Via Carbonara n. 4, Napoli
Segue una passeggiata a Sant’Aniello a Caponapoli dove, dopo l’esecuzione di musica dell’epoca dal vivo, il personaggio “Napoli” presenta l’incontro (filmato) con Galeazzo Caracciolo.

18 NOVEMBRE – Visita al Complesso Museale
Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

Santa Maria delle Anime del Purgatorio ore: 10.30 – 12.30
Via dei Tribunali n. 39 , Napoli
Incontro (filmato) con i personaggi della Riforma a Napoli

La comunità evangelica luterana di Napoli, nell’ambito del 500° anniversario della Riforma Protestante, promuove il progetto “La Riforma incontra Napoli”.
Per cinque sabato di seguito (dall’ 11 marzo fino all’ 8 aprile ), con inizio alle 10.00 ci si darà appuntamento in diversi luoghi della città dove si mossero i protagonisti di una parte importante della storia napoletana, quando in città potevano predicare nelle chiese e discutere nelle Accademie personaggi colti e inquieti che recepivano alcune delle tesi della Riforma, in un’iniziale tentativo di conciliazione con la filosofia e il Cristianesimo:

l’Imperatore Carlo V – tra gli ascoltatori di Occhino durante la quaresima nel 1536 a San Giovanni Maggiore
Bernadino Ochino – prima frate nell’Ordine dei Minoriti Osservanti, poi superiore nell’Ordine più rigoroso dei Cappuccini, grande e applaudito predicatore in tutta l’Italia, e poi Riformatore, lasciando la chiesa cattolica e infine anche l’Italia sotto la minaccia dell’Inquisizione
Giulia Gonzaga – nobildonna di nota bellezza, tra i suoi corteggiatori anche il cardinale Ippolito de Medici, di grande intelligenza e cultura; faceva parte del circolo spirituale intorno a Valdés a Chiaia, mantenendo contatti con vari personaggi influenti e importanti
Juan de Valdés – esule spagnolo proveniente dal movimento degli “alumbrados”, gli spirituali della Spagna; istaura il famoso circolo spirituale dove si forma il pensiero riformatore influenzato molto anche dal umanista Erasmo di Rotterdam
Maria Llonc – poi Maria Longo, fondatrice dell’ospedale di Santa maria del Popolo degli Incurabili, presso porta San Gennaro, e in seguito del monastero di Santa Maria in Gerusalemme, conosciuto come il monastero “delle 33” o “delle Pentite”
Tommaso Aniello da Sorrento – con l’arrivo del inquisitore da Roma, su richiesta del viceré, le nuove regole morali e religiose furono affisse alle porte del Duomo di Napoli il 12 maggio 1547, ma Tommaso Aniello di Sorrento stracciò e buttò via l’editto davanti a una folla di popolani
Colantonio Caracciolo – padre di Galeazzo Caracciolo
Galeazzo Caracciolo – nobile Napoletano, facendo parte del circolo di Valdés, sotto l’influenza di Ochino, recandosi più volte in Germania per studiare Lutero si convertì alla Riforma e in seguito doveva lasciare Italia per fuggire all’inquisizione
Vittoria Carafa – moglie di Galeazzo Caracciolo
Don Pedro da Toledo – il viceré don Pedro Alvarez de Toledo, famoso per notevoli modifiche all’urbanistica della città (costruzione di Via Toledo e dei quartieri Spagnoli, pavimentazione delle principali strade cittadine), nel 1547 fece arrivare un inquisitore da Roma; questo diede inizio alla rivolta del ‘47

Loro saranno i protagonisti dei diversi itinerari. Emerge una fisionomia della città culturalmente molto aperta e raffinata.
Ogni “puntata” comincia in un luogo diverso. La visita e l’itinerario sono curati da Francesca Amirante, presidente del’associazione Progetto Museo che ha seguito il progetto sin dal suo nascere. Nei luoghi si andrà alla scoperta di elementi che sono riconducibile ad una specifica fase della Riforma a Napoli che precede l’inizio del Concilio di Trento e che, soprattutto, non ha ancora dovuto affrontare il tentativo di introdurre il Tribunale dell’Inquisizione, non ha subito il rogo dei Libri e la chiusura delle Accademie. Ogni camminata finisce poi a Sant’Aniello sulla collina di Caponapoli, luogo simbolico di questa stagione, dove tra villanelle e corti, il pubblico potrà rivivere brani di storia vissuta e incontrare i personaggi che hanno fatto la storia della città nel Cinquecento.
Il lavoro teatrale per la realizzazione del film è a cura dell’Associazione Culturale Aphoderma.
La regia cinematografica è di Ciro Discolo; soggetto e sceneggiatura Paola Paradisi; Michelangelo Ragni, attore e coordinamento attori; Maria Giovanna Iavazzi montaggio e assistente alla regia. La musica dal vivo (Villanelle del ‘500) è eseguita dal M°. Angelo Tuorto (cordofoni e arrangiamenti) e Paola Paradisi (voce e chitarra battente). In collaborazione con “diffusione teatro” di Torre Annunziata sotto la guida di Edoardo Zampella per il laboratorio propedeutico di portamento di scena.

dialuoghi

luoghi di incontro, di libertà, di accoglienza

Workshop di Progettazione di uno spazio interno/interiore nelle cave
limitrofe alle catacombe di San Gennaro dei Poveri alla Sanità di Napoli,
sotto il coordinamento di pastori delle chiese cattoliche e luterane di Napoli
per il 500° anniversario della Riforma (31 ottobre 2017)

Le catacombe di San Gennaro alla Sanità, nel cuore di Napoli, sono patrimonio di tutti. Per rendere le catacombe un luogo di inclusione e di accoglienza aperto e accessibile a TUTTI, nel 2009 sono state abbattute le barriere architettoniche all’interno della catacomba. Oggi, in attesa di festeggiare, nel 2017, il 500° anniversario della nascita della Riforma, la chiesa cattolica e la chiesa luterana intendono sottolineare la valenza di quel TUTTI anche in senso ecumenico.

Le catacombe, infatti, venivano abitate dai cristiani prima delle divisioni religiose che hanno frammentato l’unità della Chiesa. Oggi si lavora perché tornino ad essere un luogo che non appartiene a un’esclusiva confessione religiosa, ma che sia luogo di accoglienza e faciliti l’incontrarsi e il condividere, munendolo di una casa in cui vivere la propria cultura in condivisione con gli altri.

Per questo si chiede agli studenti del DiARC di progettare uno spazio all’interno di una cava adiacente alle catacombe (oggi inagibile), uno spazio che con gli strumenti dell’architettura esprima questa nuova fase fatta di incontro e condivisione, un luogo di accoglienza, un luogo
di apertura, di incontro, di dialogo tra le culture, le lingue, le religioni, un luogo che testimoni le nostre articolate radici culturali. Un’architettura di uno spazio interiore che sia capace di divenire un segno, una traccia che ci parli di Martin Lutero e del dono della Riforma.

locandinadialuoghi2-ai-copia-ps

01 – 13 MARZO – dialuoghi luoghi di incontro, di libertà, di accoglienza / mostra
Spazio Mostra. Palazzo Gravina
via Monteoliveto n. 3, Napoli
Mostra di 20 progetti elaborati durante un workshop di progettazione di
uno spazio interno/interiore nelle cave limitrofe alle Catacombe di San Gennaro dei poveri alla Sanità di Napoli.
Nicola Flora, DiARC
Don Antonio Loffredo, direttore Catacombe di San Gennaro
info: 335 6196432 (Nicola Flora)

10 MARZO – dialuoghi luoghi di incontro, di libertà, di accoglienza/ conferenza
Aula 21. Palazzo Gravina ore: 10.00
via Monteoliveto n. 3, Napoli
luoghi di incontro, di libertà, di accoglienza
Presentazione pubblica dei lavori dei partecipanti al workshop di progettazione di uno spazio interno/interiore nelle cave limitrofe alle Catacombe di San Gennaro dei poveri alla Sanità di Napoli.
info: 335 6196432 (Nicola Flora)

9 – 23 OTTOBRE – dialuoghi luoghi di incontro, di libertà, di accoglienza / mostra
Spazio Mostra. Palazzo Gravina
via Monteoliveto n. 3, Napoli
Mostra pubblica dei risultati della seconda fase del lavoro di progetto: presentazione della proposta definitiva del DiARC
info: 335 6196432 (Nicola Flora)

13 OTTOBRE – dialuoghi luoghi di incontro, di libertà, di accoglienza / convegno
Aula 10. Palazzo Gravina ore: 10.00
via Monteoliveto n. 3, Napoli
Convegno pubblico di presentazione dell’esperienza e del progetto definitivo, presenzieranno i rappresentanti della Chiesa cattolica e della Comunità luterana e delle istituzioni cittadine
info: 335 6196432 (Nicola Flora)

 

Bando laboratori di “La Riforma incontra Napoli”

BANDO DI SELEZIONE PER N° 20 ATTORI e TECNICI PER L’AMMISSIONE
AI LABORATORI DI “La Riforma incontra Napoli”

In occasione delle celebrazioni per il cinquecentesimo anniversario della Riforma protestante (1517/2017), la ComunitàEvangelica Luterana di Napoli seleziona N° 20 aspiranti da immettere nel progetto
per la realizzazione di un docu-film che verrà proiettato in occasione di varie manifestazioni celebrative e di una performance per la quale sono previste cinque date in Italia nel corso dell’intero anno 2017 e in Germania.
Gli interessati, purché siano maggiorenni e non abbiano pendenze penali, potranno inoltrare le proprie richieste di partecipazione all’indirizzo e-mail: casting@aphoderma.com

Le domande dovranno essere corredate:
• da una lettera di motivazione contenente un breve profilo personale;
• una foto del richiedente in formato jpeg (max 150Kb);
• una dichiarazione di disponibilità di massima per i periodi sopraindicati.
Gli aspiranti ai Laboratori Gratuiti saranno convocati per un’audizione entro la prima metà del mese di ottobre 2016.
Coloro che supereranno i colloqui saranno ammessi ai laboratori gratuiti di formazione cine/teatrale della durata di mesi 4 che si terranno a partire dal 20 ottobre.
Per i partecipanti ai laboratori verrà consegnato un attestato di frequenza che potrà essere rilasciato per eventuali crediti scolastici e per ogni altro uso consentito dalla legge esclusivamente agli allievi che abbiano frequentato assiduamente i laboratori per il minimo previsto pari a 96 ore di presenza effettiva.
I laboratori di formazione si articoleranno su tre segmenti teorico/pratici:
• Ciro Discolo: la storia – la fotografia – la ripresa – editing cinematografico – playback.
• Michelangelo Ragni: tecniche di mimo corporale – voce –recitazione.
• Eduardo Zampella: le origini – il gioco collettivo – discipline della scena processi simulativo/emulativi – il fattore emotivo.

Info: Telefono 39114088